Prato 1994-95 C1A 7° posto

Mascheretti, Pazzagli, Masini, Lamonica, Rossi

Carlone, Giannoni, Rovaris, Vivani, Brunetti, Gallaccio

(Prato – Pistoiese  Foto Bolognini)

 

La stagione parte con i migliori auspici: senza neanche giocare il Prato si trova i 3 punti a tavolino contro il Ravenna, che per protesta non scende in campo a Prato in quanto si ritiene danneggiata da un non ripescaggio in Serie B.

Allenatore e’ l’esperto Giorgio Veneri, che sostituisce dopo 2 anni splendidi Roberto Bicchierai.

 Dunque esordio “reale” senza reti a Fiorenzuola, la prima casalinga e’ con la SPAL, ma un secco 0-2, dovuto anche ad un retropassaggio di Chiti intercettato dagli avversari, da la vittoria agli estensi. La prima vittoria e’ 2 giornate dopo con il Modena. A cavallo fra ottobre e novembre il Prato vola: 4 vittorie consecutive contro Palazzolo, Alessandria, Crevalcore (a Bologna) e Carrarese, poi pareggio con lo Spezia e super-derby con i cugini arancioni. 0-0 il risultato, ma i 7036 paganti della giornata biancazzurra danno al Prato l’incasso record di tutti i tempi, oltre Euro 88570! Sconfitto poi, come da abitudine, a Sesto S.G., c’e’ il ritorno del derby dell’Appennino con il Bologna. Lontani i tempi dell’83-84 (11386 paganti per la vittoria del Bologna 1-0 negli ultimi minuti, e finale movimentato…) e opposto e’ anche il risultato: con Pazzagli in porta il Prato attende gli avversari, ed e’ una punizione calciata da Rovaris, deviata, a darci la vittoria, da parte opposta sara’ l’unica sconfitta del Bologna del campionato, che lo vedra’ tornare in Serie B. L’andata si chiude con il Bologna lanciato a 40 punti, comunque inseguito dalla SPAL a 39 (e non fara’ neanche i play-off!), Pistoiese e Prato 31, Fiorenzuola 26.

Si prosegue a buon ritmo anche nel girone di ritorno, con le vittorie a Ferrara, con la Massese ed il Leffe.

Il 12 marzo inizia la Serie nera: 1 punto in 5 partite ci allontanano dalla zona play-off: sconfitta perfino in casa dal Palazzolo, riponiamo i sogni di alta classifica. Sara’ sconfitta anche nel derby a Pistoia, con poi gli arancioni vincenti i play-off.

Alla fine saranno 8 i punti di distacco dal 5° posto. Un girone di ritorno concluso con solo 18 punti fatti.

Fra i bomber si conferma Califano con 7 reti, lontano pero’ dalle realizzazioni dell’anno precedente.

Dopo la fine del campionato l’addio di Marco Rossi, mitico bomber di tanti sogni infranti.

 

Tutti i dati qui…