Prato - Stadio Comunale LungoBisenzio

( prende il nome dal fiume Bisenzio che vi scorre parallelo alla tribuna centrale)

E' l'impianto che ospita le partite dell' AC Prato 1908, dal lontano 1941. Prima le partite venivano ospitate dal Campo in Piazza dei Macelli (con segnatura del campo la domenica mattina!), cioe' in un campo con libero accesso, questo dal 1908 al primo dopoguerra, poi fu trovata una nuova sistemazione nel Nuovo Campo di Porta al Serraglio. Man mano che il calcio diventava sempre piu' importante, si rese la necessita' di un campo vero e proprio, che fu inauguarato il 4 novembre 1923, chiamato Vittorio Veneto, con recinzione del campo, tribune in legno e spogliatoi. Fu definito il piu' bel campo della Toscana, e costo' allora 15.000 lire!

L'attuale stadio LungoBisenzio, allora chiamato di Via Firenze, strada in cui e' sito, venne costruito nel 1940-1941, ed inaugurato prima da un saggio ginnico e da gare di atletica della societa' Etruria in collaborazione con la Fidal, come prevedevano le usanze del periodo fascista, il 7 settembre 1941. Ormai il Vittorio Veneto insufficiente per le esigenze del Prato, venne cosi' prescelta l'area vicino alla Stazione Ferroviaria e su via di lunga comunicazione con Firenze.

La pista d'atletica (ormai decrepita oggi, come un po' tutto lo stadio...) presenta sei corsie. Adiacente al campo principale vi e' il terrreno di allenamento (sussidiario) e alcuni campi da tennis, in gestione all'Etruria Tennis.

Nella stessa giornata venne poi svolta una amichevole col Genoa (italianizzata in Genova!) , che fini 3-2 per i liguri. Il Prato si approntava cosi' per disputare la serie B, ma l'anno si concluse con la retrocessione.

Lo stadio presentava l'attuale tribuna coperta principale(semidistrutta poi dai bombardamenti degli anni successivi), e sul lato ferrovia pochi gradoni. "Credere,Obbedire e Combattere": sono i cartelloni pubblicitari dell'epoca!

La capienza fu portata su 10.000 nel luglio 1956 con la sistemazione di tribune metalliche sul lato parterre e su quello dei popolari. Nuovi spogliatoi furono costruiti nel 1963.

Sempre in quegli anni, con il Prato in Serie B (dove vanta 10 presenze…) l’allora presidente Baldassini propose a sue spese la costruzione di un impianto da 30000 posti nella zona dove ora sorge l’Interporto, impianto che avrebbe permesso, secondo logica, future conquiste. Il veto alla costruzione arrivo’ dal Comune in quanto in cambio della costruzione del nuovo impianto Baldassini avrebbe richiesto la demolizione del LungoBisenzio per farla area residenziale. L’allora giunta comunale penso’ cioe’ all’interesse economico del Baldassini, e nulla si fece.

Migliorato alcuni anni fa' e l'impianto d'illuminazione, utilizzato piu' volte anche per amichevoli della nazionale Under 21. Prato inoltre ospito' nel 1991 l'amichevole Prato-Italia 0-7 , la nazionale di Baggio, Vialli, Casiraghi... Oltre 10,000 persone assistettero al match che riporto' il grande calcio al LungoBisenzio.

Con l'inizio degli anni 80 furono demolite e ricostruite 2 tribune sul lato ferrovia, mentre sempre su tale lato fu coperta la tribuna opposta alla centrale, con il settore riservato agli ospiti collocato nell’attuale tribuna lato ferrovia, la cui divisione e’ ancora visibile.

Con il Prato che sfioro’ 2 volte la serie B nel 1987-1988 e nella stagione seguente si parlo’ anche della costruzione di nuove tribune, ma la conseguente retrocessione avvenuta nel 1990 nello spareggio di Ferrara con il Vicenza congelo’ definitivamente la questione.

Successivamente, a fine millennio, sono state demolite le 2 tribune in tubi innocenti , una del parterre di tribuna, e l'altra dei popolari, per motivi di sicurezza, mentre l’attuale settore ospiti e’ della stessa struttura della tribuna demolita….

La capienza attuale e' di 6.774  posti, il record d'incasso e' stato di lire 171.500.000 per Prato-Pistoiese 0-0 del 27-11-1994. Il record di presenze dovrebbe essere di oltre 12,000 per Prato-Bologna 0-1 del 5 feb. 1984, ma vi e' comunque un Prato-Montecatini del campionato 76-77 con oltre 13000 spettatori.

Lavori di ristrutturazione della tribuna centrale hanno interessato lo stadio fra il 2001 ed il 2002, con la sistemazione di nuovi seggiolini, di una nuova tribuna stampa e di manutenzione generale.

Per motivi di sicurezza dovuti agli standard della lega calcio serie C la capienza e' stata ulteriormente ridotta a 5000 posti, di cui 890 riservati agli ospiti, per l'anno 2002-2003.

Nuovi lavori sono invece iniziati a luglio 2003 e terminati alcuni mesi dopo, con l'avvicinamento della recinzione al campo, e conseguente scomparsa della pista d'atletica. Sono state inserite nuove uscite di sicurezza in fondo a curva e maratona, mentre sul lato Bisenzio,nel posto della vecchia tribuna in tubi innocenti uguale a quella ospiti e' stata costruita una nuova entrata compresa di biglietteria. Con questi lavori lo stadio e' omologato per una capienza fra gli 8000 e gli 8500 posti. Lavori che hanno permesso al LungoBisenzio di ospitare la nazionale di rugby italiana nel test match contro Tonga, nel 2005, vinto per 48-0 con oltre 7000 presenti. Nel 2007 e' stato messo a norma l'impianto d'illuminazione, "collaudato" poi per lo show di Roberto Benigni del 7 Settembre 2007, con circa 9000 presenti. Nel 2010/2011 e 2011/2012 e' stato il campo di gara in Challenge Cup del Rugby Cavalieri, compreso l'esordio europeo contro Connacht, con una clamorosa vittoria 23-21, e contro formazioni storiche del rugby europeo come Perpignan e i London Harlequins.

Ulteriori lavori, fra cui le telecamere a circuito chiuso, svolti fra il 2010 ed 2011. Nel corso della stagione 2011-2012 la gara contro l'Alto Adige e' stata disputata ad Agliana a causa dell'inagibilita' della tribuna ospiti,risolta successivamente con utilizzo di vernice ignifuga sui gradoni in legno. Fra Luglio e Settembre 2012 il Comune di Prato ha dovuto adeguare l'impiano di illuminazione, su esplicita richiesta della Lega Pro, per permettere la trasmissione in TV in HD. Costo dell'operazione circa Euro 140.000,00 , comprendente l'adeguamento a 500 Lux dei riflettori con la sostituzione di 110 lampade.

Fra Luglio ed Agosto 2014 e' stata demolita la tribuna ospiti, e ricostruita nella stessa posizione una nuova struttura da 800 posti. Nel frattempo e' scaduto il certificato di idoneita' della tribune denominate Curva e Maratona, ambedue lato Ferrovia, con conseguente chiusura con rimozione degli accessi e riduzione della capienza del LungoBisenzio a 2400 posti, cosi ripartiti: 600 in Tribuna Centrale, 1000 in tribuna coperta lato ferrovia e, appuinto, 800 posti nella tribuna ospiti.

Fra fine 2014 ed inizio 2015 sono previsti ulteriori lavori sempre nel lato Ferrovia.

Cronologia della capienza:

in effetti la capienza dello stadio di prato è cambiata molte volte nel tempo a seconda delle ristrutturazioni, costruzioni, abbattimenti.

1978 15.000 posti

1982 11.000 (riduzione x motivi di sicurezza)

1985  5.000 (per lavori)         

1986 12.000 (nuove semicurve)

1988 10.000 (abbattimento tribunetta in ferro lato ferrovia)

1992  7.474 (abbattimento tribuna in tubi innocenti sotto la tribuna centrale

1999  6.774 (abbattimento tribuna laterale in tubi innocenti)

2002  5.000 (motivi di sicurezza, settore ospiti da 890 unita')

2003  8.000/8.500

2011  6.191 (settore ospiti 733 posti) secondo Osservatorio Calcio Italiano

2012  3.999 (riduzione a causa imposizioni di sicurezza)

2014  2.400

 

 

 

Tribuna ospiti

Luglio 2014

Agosto 2014 - Apertura per Prato - Tuttocuoio del 7 Settembre 2014

 

 

 

 

Speciale "Prato Plaza Stadium", il sogno impossibile...